Il Sale della Terra

Coordinatori: prof. Antonio Vestrella

Collaboratori: prof. Manuela Pascarella, prof.ssa Daniela Cannizzaro, prof.ssa Monica Dabbicco, prof. Massimo Leonelli, prof. Morgan Maggiolini, prof. Guido Repetto, prof. Dario Menditto

 

Finalità e obiettivi

IL SALE DELLA TERRA è un progetto di educazione ambientale e recupero delle risorse, che mira a stimolare un’adeguata attenzione da parte degli studenti e delle loro famiglie verso il territorio, le sue bellezze, le risorse naturali, archeologiche, storiche e culturali, le problematiche sociali e ambientali. Il Sale della Terra esprime l’esigenza di attivare un processo, che coinvolga il mondo della scuola nella sua totalità. Essa, difatti, può svolgere un ruolo decisivo rispetto all’affermazione di un modello di relazioni sociali che riconsideri i valori di un rapporto equilibrato con la natura e l’ambiente, inteso come complesso universo nel quale interagiscono patrimonio naturalistico, storia, cultura, tradizioni e relazioni umane.

Un altro importante obiettivo del progetto è prevenire e recuperare l’abbandono scolastico, aumentare la motivazione degli studenti, innalzare il livello di competenze trasversali e disciplinari che gli studenti riescono a sviluppare, educare alla partecipazione e a una relazione attiva con il contesto scolastico e sociale sia dal punto di vista didattico che delle relazioni.

 

Destinatari

Il progetto si configura come proposta didattica aperta e rivolta a tutte le classi dell’Istituto Agrario. Durante le uscite previste insieme agli studenti delle classi coinvolte si affiancheranno  studenti diversamente abili appartenenti anche a classi diverse, con l’obiettivo di promuovere la socializzazione e l’inclusione.

 

Attività previste

Il progetto il Sale della Terra propone la scoperta di alcuni luoghi del territorio attraverso camminate ed escursioni (in bici quando possibile). Si seguiranno differenti itinerari relativi a temi storici, ambientali e paesaggistici presenti nel territorio che percorreremo.

Il filo comune di tutti i percorsi è la scoperta attraverso il viaggio a piedi o con “mezzi di locomozione lenta” dei luoghi scelti. L’idea di percorrere un territorio in “maniera lenta” è il tentativo di scavare dentro le sue contraddizioni e bellezze, di esplorarlo sia in maniera individuale che collettiva, condividendone la scoperta.

Ogni percorso e tappa verrà precedentemente organizzata con studi, indagini storiche e cartografiche, analisi di mappe digitali e verrà arricchita durante lo svolgimento da riprese video ed interviste. La preparazione del percorso verrà preparata oltre che da indagini tecniche anche da riflessioni personali sul viaggio, la scoperta e le impressioni ricevute.